SABAUDIA E DINTORNI

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabaudia, città nata nel 1934 insieme al Parco, sorge sulle sponde del Lago di Paola nel cuore del Parco Nazionale del Circeo. Il centro conserva interessanti aspetti architettonici che ne fanno uno dei migliori esempi dell’architettura razionalista italiana. In particolare merita una visita la cappella reale voluta dalla Regina Margherita a seguito della scomparsa del consorte Umberto I, al quale è stata dedicata, e che originariamente era sita all’interno del Palazzo Margherita in Roma.  

La lunga striscia costiera, costituita da dune e spiagge, rappresenta uno degli ambienti più frequentati e più delicati dell’intera area del Parco. Oltre agli aspetti balneari la duna è un insieme di ecosistemi molto interessanti e di facile accesso, che spesso si manifestano con vivaci fioriture. Per preservare questo ambiente, è necessario rispettarlo evitando danneggiamenti ed utilizzando per l’accesso in spiaggia le apposite passerelle in legno.

Le zone umide costituiscono il più grande serbatoio di diversità biologica del Parco Nazionale del Circeo, con la presenza di oltre 250 specie di uccelli, oltre a pesci, anfibi, rettili, mammiferi. Per tale motivo sono state inserite nell’elenco delle “zone umide di interesse internazionale” (Ramsar). Queste zone sono particolarmente indicate per il bird-watching e la fotografia naturalistica, soprattutto nel periodo che va dal tardo autunno all’inizio della primavera. Il mezzo più indicato per visitarle è la bicicletta, ma molti punti sono raggiungibili anche in auto.

La Foresta Demaniale del Circeo rappresenta l'ultimo lembo dell' antica selva di Terracina, bonificata negli anni '30. Racchiude al suo interno un'estrema varietà di habitat, ta cui le "Piscine" zone periodicamente allagate che, oltre ad ospitare specie particolarissime, ricreano la suggestione della palude. Negli anni settanta per il suo significato storico ed ambientale, è stata dichiarata "riserva della Biosfera" - programma MAB UNESCO.

Il massiccio del Circeo domina l'intera pianura Pontina con i suoi 541 mt sul livello del mare. Possiamo distinguere due versanti: quello a nord ( quarto freddo ) è coperto da un fitto bosco di leccio, mentre il versante sud ( quarto caldo ) presenta una copertura vegetale più varia che va dalla bassa vegetazione di scogliera alla palma nana fino a spettacolari esempi di gineprofenicio. Il promontorio è percorso da una serie di sentieridi varia difficoltà che ci consentono di visitarlo cogliendone i vari aspetti, naturalistici, paesaggistici e storici.

 

 COSA VISITARE

La Sorresca

Una meta interessante è la chiesa della Sorresca, Santuario Benedettino del VI secolo. Si trova a pochi passi dal centro di Sabaudia, sulle sponde del lago, in una posizione particolarmente suggestiva. Nel periodo estivo i locali e gli spazi adiacenti alla chiesa, tuttora sede di culto, ospitano mostre d'arte e avvenimenti culturali. Questo luogo rappresenta la sintesi dei valori storici, culturali, naturalistici e religiosi del territorio.  http://www.sorresca.it/

 

Villa di Domiziano

La Villa di Domiziano rappresenta il sito archeologico più significativo all'interno del Parco Nazionale del Circeo. I resti visit abili, risalenti al I secolo d.C. , e sono quelli di un impianto termale romano, delle cisterne e dell'acquedotto. La Villa è accessibile solo per gruppi di max 25-30 persone attraverso una visita guidata della durata di circa tre ore; può essere raggiunta sia via terra, sia attraverso il lago di Sabaudia, servendosi di un battello. Informazioni per la visita possono essere richieste nei punti informativi del Parco.

http://www.parcocirceo.it/ita_213_Villa-di-domiziano.html

 Centro Visitatori

Il Centro Visitatori, sede della direzione del parco e dell'Ente di Gestione, si trova a Sabaudia in via C. Alberto, 107. E' dotato di una serie di strutture per l'accoglienza del visitatore: sala proiezioni, biblioteca, museo naturalistico, area pic-nic, servizio informazioni, sevizi igienici ed un sentiero didattico che attraversa la foresta ed arriva fino al lago di Sabaudia. Quest'area costituisce il primo approccio con il parco, qui è possibile acquistare materiale e prenotare le varie escursioni guidate.

 

Cerasella

Ogni stagione si manifesta in foresta in maniera diversa, fornendo spunti sempre nuovi. La visita è libera e gratuita, ma si può usufruire anche di un servizio di visite guidate, contattando i punti informativi del Parco. La foresta, ad esclusione delle tre zone di Riserva Naturale integrale, è interamente visitabile; vi sono numerosi perscorsi pedonali e ciclabili ed aree pic-nic attrezzate con tavoli e panche. A Cerasella esiste inoltre un recinto faunistico in cui sono visibili daini e cinghiali.

Cocuzza

All'interno della foresta, in uno dei primi edifici in muratura realizzati nel periodo prebonifica, è stato allestito un Centro di Documentazione sull'Istruzione e la Sanità nelle paludi pontine. Il centro è raggiungibile a piedi o in bicicletta, seguendo un sentieronel bosco che ripercorre, attraverso una serie di tabelle, il rapporto uomo e ambiente dalla preistoria ad oggi. E' aperto tutte le mattine dei giorni feriali; l'ingreaao è gratuito. Presso il centro è stata allestita una piccola area pic-nic.

 Le Torri

Ai piedi del promontorio sono state realizzate alla fine del XVI secolo una serie di torri costiere, a pianta circolare o quadrata (Torre Paola, Torre Cervia, Torre Fico, Torre Vittoria e Torre Olevola), che servivano come sistema difensivo dalle incursioni dei pirati saraceni. La più conosciuta è Torre Paola, situata al termine del lungo cordone dunale, all'imbocco dell'antico canale che collega il lago di Sabaudia al mare. Le torri sono di proprietà privata e nessuna di esse è visitabile internamente.

 

Le Grotte

Numerose sono le grotte e le cavità che si aprono sul promontorio, in particolare sul versante sud, conosciuto come Quarto Caldo. La loro importanza è soprattutto di carattere palenteologico, in quanto in esse sono stati effettuati numerosi ritrovamenti fossili e di utensili. Le più conosciute sono la Grotta Guattari, in cui nel 1939 è stato ritrovato un cranio di tipo neanderthaliano, e la grotta delle Capre. Sono le uniche facilmente raggiungibili via terra, le altre sono raggiungibili solo via mare.

 

Museo Storico Piana delle Orme 

Piana delle Orme è un parco tematico e ospita una delle collezioni più grandi e eterogenee del mondo. Dedicato al Novecento, il complesso museale rappresenta il viaggio attraverso 50 anni di storia italiana. Oltre 30 mila mq di esposizione per raccontare le tradizioni e la cultura della civiltà contadina, le grandi opere di bonifica delle Paludi Pontine, la Seconda Guerra Mondiale ma anche per mostrare i veicoli e i mezzi agli albori della grande industrializzazione e i giocattoli con i quali si divertivano i bambini di una volta. Un museo per tutti , all'interno del quale bambini e adulti possono ritrovare e rivivere. I servizi d'accoglienza offrono bar, ristorante, area pic-nic, area manifestazioni, sala congressi e shop. http://museo.pianadelleorme.com/

 

ALTRE LOCALITA' DI INTERESSE E RELATIVE DISTANZE

- San Felice Circeo  Km 12

- Terracina ( Tempio di Giove Anxur ) Km 22

- Priverno Fossanova ( Abbazia di Fossanova ) Km 23

- Sermoneta ( Giardini di Ninfa e Castello Caetani ) Km 40

- Sperlonga ( La Villa di Tiberio ) Km 42

- Gaeta Km 57

- Formia Km 64

- Napoli Km 162

- Latina Km 23

- Roma Km 98

- Isole Pontine ( Ponza , Ventotene , Palmarola ) Km 70 ca.

- Anzio Km 43

- Nettuno Km 40

 

Letto 12852 volte Ultima modifica il Sabato, 07 Febbraio 2015 17:29

Galleria immagini

Altro in questa categoria: « Hotel Casinò Sabaudia Photo gallery »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Prenotazioni

Sei qui: Home Sabaudia e Dintorni